Codice QR

Ambiente » Sentiero del Ladrone

Dal paese di Piana degli Albanesi è possibile accedere alla Riserva grazie ad un sentiero che parte a monte del centro abitato, presso una chiesetta dedicata alla Madonna di Odigitria. Questo percorso si inerpica lungo il versante meridionale della Riserva raggiungendo quota m. 1.144 s.l.m. in località Portella del Garrone. Da questo luogo maestoso si domina anche il versante settentrionale dell'area protetta, con il complesso montuoso denominato Serre Frassino ed il Vallone delle Neviere. 

Visitando in primavera questo sentiero è possibile imbattersi nelle rare fioriture erbacee dagli svariati colori. Poco prima di giungere a Portella del Garrone, il sentiero costeggia una zona rimboschita dove si trova l'accesso alla Grotta del Garrone. Questa cavità ipogea è resa particolare nel suo genere da una prima stanza di notevole dimensioni all'interno della quale filtra la luce; tale peculiarità permette la sopravvivenza di numerose piante di interesse biogeografico come la rara Phylitis sagittata (D.C.) Guinea et Heywoood, una felce di significative dimensioni, giunta probabilmente all'interno della grotta durante l'ultima glacciazione del Wurm (circa un milione di anni fa). Le particolari condizioni climatiche che si sono instaurate all'interno della grotta hanno permesso la sopravvivenza della specie all'interno della Riserva fino a oggi.