Codice QR

Ambiente » Lago

Il lago, dal punto di vista paesaggistico e turistico, costituisce un’importante area naturalistica di circa 310 ettari e, insieme a lingua, rito e costumi, è uno degli elementi-simbolo di Piana degli Albanesi. L’invaso, costruito nel 1923 con uno sbarramento del fiume Belice destro alla sommità del burrone denominato Honi, si estende su una superficie di 40 kmq. ed è adibito ad uso idropotabile, agricolo ed idroelettrico. 

La diga, costruita tra i monti Maganoce e Kumeta, è stata la prima realizzata in Sicilia  ed è del tipo a cavità in muratura di pietrame a secco sistemata a mano. Nel 1960, per l’aumentata richiesta di energia elettrica, è stata costruita, immediatamente a valle del lago, la nuova centrale di Guadalami. 

L’acqua dopo essere stata rilasciata nel serbatoio inferiore di Guadalami, durante le ore notturne viene pompata nuovamente nel lago di Piana degli Albanesi che ha una capacità totale di  accumulazione  pari a 32.000.000 di metri cubi. Il nuovo impianto di Guadalami ha una potenza totale installata di 80.000 KW e una capacità di produzione media annua di 27 milioni di chilowattora, sufficienti al fabbisogno di circa 10.000 famiglie. La molteplicità degli usi determina frequenti dislivelli, legati particolarmente alle annate siccitose. Tali fenomeni si sono ulteriormente accentuati a seguito dell’installazione delle pompe di prelievo per l’acquedotto di Palermo.